E allora il maestro deve essere per quanto può, profeta, scrutare i segni dei tempi, indovinare negli occhi dei ragazzi le cose belle che essi vedranno chiare domani e che noi vediamo solo in confuso."(don Lorenzo Milani - dalla Lettera ai giudici )
 
“Il male assoluto del nostro tempo è di non credere nei valori. Non ha importanza che siano religiosi oppure laici. I giovani devono credere in qualcosa di positivo e la vita merita di essere vissuta solo se crediamo nei valori, perché questi rimangono anche dopo la nostra morte”. (Rita Levi Montalcini)
 
Don Lorenzo Milani e Rita Levi Montalcini hanno ispirato, con il loro carisma, l’esempio e l’attenzione verso i giovani, i princìpi fondamentali del nostro Istituto Comprensivo.
Nato nell’a.s. 2013/2014, dall’unione dei due plessi della Scuola dell’Infanzia (Don Milani e Buonarroti), dei due plessi della Scuola Primaria (Don Milani e Mosè Bianchi) e della Secondaria di 1° grado (Scuola Media Aldo Moro), l’Istituto, nel maggio 2017, ha scelto il nome di IC Rita Levi Montalcini.
In un clima di attenzione alle diverse fasi evolutive dell’individuo, la nostra scuola:
  • propone esperienze didattico-educative significative e innovative

  • favorisce la creazione di dinamiche relazionali positive, attuando anche percorsi di gestione e prevenzione al disagio

  • valorizza la collaborazione tra studenti, insegnanti, famiglie e territorio accompagnando gli Alunni nella loro crescita armonica e nel percorso di formazione, dall’infanzia all’adolescenza.

Il nostro stile educativo pone in primo piano l’Alunno, nelle sue diverse fasi di formazione del sé. Crediamo nella figura dell’adulto come seduttore della conoscenza”, capace di condurre i suoi alunni verso l‘amore per il sapere, come affermava la stessa Rita Levi Montalcini:
“Il bene supremo al quale l’uomo deve tendere è la conoscenza. È grazie alla conoscenza se si è giunti fin qui e senza di essa non possono affermarsi tutti gli altri valori fondamentali dei quali l’uomo sente il bisogno per avere consapevolezza.” La conoscenza - da: Aggiungere vita ai giorni
 
Ben consapevoli del fatto che la conoscenza è soggettiva, il nostro è un intervento educativo fortemente e costantemente personalizzato. L’azione formativa, infatti, è efficace se rende partecipe il soggetto coinvolto nel percorso di crescita e gli permette di acquisire delle competenze che lo aiutino ad agire nel mondo per trasformarlo: autonomia, responsabilità, solidarietà e senso civico, innanzi tutto.
Tali obiettivi non possono essere raggiunti appieno senza aver conseguito la capacità di entrare in relazione con gli altri: noi, infatti, viviamo, conosciamo, cresciamo insieme con gli altri, all’interno di relazioni positive, in contesti flessibili, che abbracciano musica, sport, tutte le discipline, curricolari e non, dove la stima di sé si rafforza e il pensiero creativo si sviluppa.
In una situazione sociale e culturale generale di crescente difficoltà nel decifrare le coordinate di crescita di ciascun minore, riteniamo prioritaria, l’integrazione delle strategie educative con le famiglie, che attivamente perseguiamo.
Ciò, senza rinunciare da parte nostra a ribadire il ruolo della scuola e del docente quale autorità pedagogica primaria in ambito scolastico, verso la quale peraltro viene positivamente incoraggiata la più ampia fiducia degli utenti.
Ma anche il territorio, infine, con la pluralità dei canali e delle offerte formative esistenti, diventa una risorsa indispensabile cui attingere, e con cui collaborare, per realizzare un servizio educativo sempre più ricco e qualificato.
Articolatissimo e consolidato è infatti il nostro sistema di relazioni formative con il territorio, a partire dal Comune di Cernusco s/N –partner istituzionale per eccellenza; la rete di collaborazioni si estende però ad associazioni, realtà di volontariato, imprese, agenzie formative…
Facciamo nostre, in conclusione, le parole di don Milani:
 "Quando avete buttato nel mondo doggi un ragazzo senza istruzione 
avete buttato in cielo un passerotto senza ali
(don Lorenzo Milani - La parola fa eguali)