L’Istituto chiede agli utenti del Servizio Educativo Mensa IL SALDO del corrispettivo del servizio, quantificato, sulla base dei costi, in EURO 45 (ad integrazione dell’acconto di euro100 già versato al momento dell’iscrizione).

In merito a tale quantificazione, si specifica quanto segue:

-       Iscritti al servizio: 154 alunni a settembre + 2 alunni inseriti a febbraio +1 alunno poi trasferitosi = 156 (tutti versanti l’acconto, salvo un alunno indigente, considerato al punto successivo);

-       Costo della cooperativa per coprire tutto l’anno il servizio: 22.464,49

Acconto versato= 15.500; 

saldo globale da versare: 6.964,49 (- 145 euro quota versata dal Comune per n. 1 alunno indigente) =6.819,49

-       Alunni su cui ripartire il saldo: 152 (al ritirato e ai due inseriti a febbraio non è chiesto il saldo; )

-       Saldo individuale: 44,86

Si fa osservare che :

-          il SEM è un servizio che la scuola non ha l’obbligo di attivare; lo fa per venire incontro alle esigenze delle famiglie;

-          Il servizio è erogato a prezzo di costo, ed ovviamente l’Istituto nulla ci guadagna (semmai ci perde il tempo della gestione amministrativa); il costo annuale richiesto di 145 è assolutamente conforme ai livelli degli scorsi anni; esso non comprende quote imputabili alla copertura  di eventuali inadempimenti di altri utenti;

-          del tutto scorretto, quindi, sarebbe subordinare il pagamento del saldo alla dimostrazione che tutti abbiano pagato; a tacer d’altro, si osserva che se tutti facessero così, nessuno finirebbe per pagare.

-          L’Istituto chiederà a tutti la corresponsione di quanto dovuto; i nominativi degli inadempienti –qualunque ne sia la giustificazione addotta- saranno pubblicizzati nelle forme consentite dalla legge; non sarà consentito l’accesso al servizio nel prossimo anno a chi risultasse debitore;

-          L’Istituto si riserva di concedere una parziale/totale esenzione unicamente in relazione a comprovate e documentate situazioni di disagio economico, di concerto con i servizi sociali comunali, ed eventualmente attivando forme di solidarietà integenitoriale (donazioni CDG…);non ricadendo quindi ciò a carico di altri utenti del SEM;

-          L’Istituto si riserva in futuro di cancellare l’attivazione del servizio, qualora la riscossione del dovuto si rivelasse problematico, rendendolo così antieconomico, anche a fronte del proliferare di richieste strumentali e speciose a giustificazione della soggettiva inadempienza

Si ringrazia della collaborazione.

Il Dirigente Scolastico